top of page

Youth Climate Meeting 2024: a Paestum per la giustizia climatica

Aggiornamento: 5 giorni fa



Dal 20 al 23 giugno 2023 torna lo Youth Climate Meeting, l’annuale assemblea dei giovani attivisti e attiviste di Legambiente, giunta alla sua sesta edizione e che per la terza volta si svolge nella meravigliosa Oasi Dunale di Paestum (SA), dove i volontari di Legambiente Paestum hanno trasformato quella che era una discarica in un’area protetta. Qui giovani attiviste e attivisti, provenienti da tutta Italia, trascorreranno quattro giorni guidati da un unico filo conduttore, quello dell’attivismo ambientale, sociale e per la pace.

 

Educazione non formale, inclusiva e partecipativa tramite workshop e tavoli tematici: questi gli ingredienti dello Youth Climate Meeting, l’evento che per quattro giorni trasformerà Paestum nella capitale dell’attivismo giovanile impegnato nella difesa di un Pianeta più sostenibile.

 

Si parlerà dell’urgenza di una transizione ecologica realmente sostenibile e della necessità di realizzare una vera giustizia climatica, che non lasci al margine le fragilità. Non solo, tra gli argomenti dei workshop ci saranno: ecoansia, econtransfemminismo, ecomafia, mobilità sostenibile, migrazioni climatiche, transizione alimentare e benessere animale.

 



Mobilitazione ambientale sì, ma anche attivismo per la pace. Quello dello Youth Climate Meeting rappresenta infatti l’occasione per i giovani partecipanti di lanciare un appello contro tutti i conflitti internazionali, con particolare attenzione per quello palestinese.

 

Novità di quest’anno è la possibilità di iscriversi come volontari per essere di supporto alla logistica del campo. Si tratterà di seguire da vicino l'organizzazione dell’evento, dall’allestimento delle diverse aree alle attività svolte all’interno di alcuni workshop, passando dalla gestione dei momenti ricreativi, la raccolta differenziata, i pasti, l’assistenza agli ospiti all'arrivo, aiutandoli con il check-in e fornendo loro informazioni sulla struttura dell'evento e sulle attività in programma. 

 

Anche quest’anno lo Youth Climate Meeting rappresenta un’opportunità di crescita e condivisione straordinaria sia per l’associazione che per le persone che vi prendono parte”, dichiara Martina Palmisano coordinatrice del gruppo giovani in Umbria e vicedirettrice del comitato regionale. “Non capita spesso di avere occasioni di confronto con così tanti giovani e con così tante realtà del mondo del terzo settore, del lavoro e del movimento pacifista e non violento. Un incontro che arriverà anche a valle del voto per le europee e che ci darà l’opportunità di analizzare insieme, tra le altre cose, quali politiche potrebbero essere messe in campo nei prossimi anni e relative ai temi cari alla nostra associazione”.

 



Fonte: Legambiente Umbria

Comentarios


bottom of page