top of page

Sempre dalla stessa parte

di Andrea Chioini




“Sempre dalla stessa parte", quella di chi lavora: è il titolo del volume (Il Formichiere editore) scritto da Mario Bravi, attuale segretario del Sindacato Pensionati Italiani, Spi-Cgil, nella provincia di Perugia.

Sarà il tema di un confronto a più voci organizzato dall’associazione Nuove Rigenerazioni Umbria (NRGU) sul peso che la società italiana (ed europea) riconosce alle classi lavoratrici nel tempo della digitalizzazione e della globalizzazione, della guerra e delle pandemie.


Giovedì 12 gennaio al Grand Hotel di Assisi, con inizio alle 10,

ne discuteranno con l’autore: Mario Margasini (direttore di NRGU), Maria Rita Lorenzetti (già presidente della giunta regionale), Sergio Cofferati (presidente di NRGU Liguria), Mario Giovannetti (presidente dell’associazione Proietti Divi).


Nelle oltre 120 pagine del volume si intrecciano vicende pubbliche e private dell’autore: i suoi riferimenti sociali e culturali nella terra che non ha mai voluto abbandonare dopo esserci finalmente “tornato”, lui figlio di emigrati che cercarono un futuro nelle miniere di carbone del Lussemburgo.

Le sue aspirazioni culturali e le tensioni politiche degli anni in cui frequentava il liceo classico a Foligno. Le scelte per una “militanza” a tempo pieno che è significata l’abbandono degli studi universitari. Bravi è un testimone privilegiato degli anni in cui l’Umbria si è data un’identità propria per la volontà dei partiti di sinistra che ne volevano fare un laboratorio di progresso e innovazione sociale. Ma anche del tempo in cui la cultura di quella sinistra ha cominciato ad assorbire in profondità quelli dell’avversario “di classe” che ne hanno diluito la natura, fino alla “rotta” politica e sociale.

Bravi ha ricoperto una pluralità di ruoli: segretario del Pci a Nocera Umbra a 21 anni, funzionario della Cgil dal 1977 partendo proprio da Foligno: ha guidato la Camera del Lavoro di Perugia fino a diventare nel 2010, segretario generale della Cgil Umbria.

31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page