top of page

Perugia: un progetto dal basso per la mobilità sostenibile



Il progetto "Strade Scolastiche" rappresenta un'iniziativa partecipativa avviata a Perugia, frutto della collaborazione tra diverse associazioni locali, tra cui l'associazione di quartiere di via Birago, Cap 06124, e gruppi impegnati nella mobilità urbana come Fiab – Perugia Pedala, insieme a Legambiente, Ya Basta, Street for Kids, Kidical Mass e CleanCities.

Il progetto ha anche beneficiato del contributo di un concittadino, che, trasferitosi all'estero per motivi di studio e di lavoro, si è poi occupato di urbanistica a livello professionale e ha quindi deciso di collaborare e mettere a disposizione la propria competenza nel progetto che coinvolge i bambini del quartiere nella creazione di un percorso sicuro per pedoni e ciclisti.

Un percorso che intende collegare tramite un anello ciclo-pedonale i parchi Sant'Anna e della Pescaia, incentivando la riduzione della velocità stradale nelle strade del quartiere che ospita diversi istituti scolastici. L'obiettivo è infatti quello di ridisegnare gli spazi stradali, ampliando gli spazi per i pedoni e i ciclisti, favorire una mobilità sostenibile e sicura per studenti, famiglie e non solo, migliorando così la qualità della vita complessiva.



Presentato alla fine del precedente mandato comunale, il progetto mira a essere riproposto alla nuova amministrazione per una realizzazione effettiva.

"Si tratta di un progetto dal basso, risultato dell'impegno collettivo e della competenza tecnica di chi ha voluto contribuire per realizzare una proposta che valorizza la mobilità pedonale e ciclabile, essenziale per la qualità della vita urbana" - spiega Maurizio Zara, presidente di Legambiente Umbria.

La proposta si inserisce nel contesto di una "zona 30", già designata dalla precedente amministrazione, ma a cui non è stato dato un seguito e si propone di concretizzare questo concetto con una progettazione mirata e competente.


Per la Redazione - Chiara Maria Sole Bravi

Comments


bottom of page